S.CIPIRELLO E MORENA CI INSEGNANO LA DIGNITA’ NELLA ROMA COMMISSARIATA

IMG_20160513_144646

La scorsa settimana, attraverso una breve lettera consegnata agli ospiti, le cooperative Osa Mayor e Casa della Solidarietà, che gestiscono le strutture di S.Cipirello e Torre Morena, hanno invitato le 15 famiglie che vi abitano a “liberare” i centri entro il 15 maggio perché, da quella data, la loro gestione sarebbe cessata.
Le cooperative, infatti, che, nonostante la convenzione, da un anno non vengono pagate dal Comune per la gestione e l’affitto delle suddette strutture, si sono trovate costrette a procedere in questo modo non essendo riuscite neppure ad interloquire con il Commissario Tronca che ha, di fatto, rifiutato di aprire qualsiasi trattativa.
Le 15 famiglie hanno così rischiato di fare la fine del vaso di coccio tra due vasi di ferro.
Famiglie accolte in emergenza abitativa che, d’improvviso, prima a causa della scellerata gestione Danese e poi a causa della nefasta gestione Tronca, corrono il rischio di tornare sulla strada senza alcuna soluzione.
Per il momento, il rischio sembra essere stato scongiurato grazie alla determinazione delle famiglie nel resistere a questa vergognosa azione.
Da oggi, infatti, entrambi i centri, sono stati davvero Liberati entrando in uno stato di autogestione.
In una Roma che sempre più assomiglia ad un campo di battaglia, dove un sindaco-prefetto-commissario sta svolgendo il cosiddetto “lavoro sporco” rifiutando il dialogo con una popolazione sempre più vessata da una mala gestione che appare infinita, salutiamo con grande fiducia la scelta di questo gruppo di donne, uomini e bambini che, con grande dignità, hanno scelto di continuare a resistere.
Crediamo che non sia accettabile che intere famiglie debbano pagare il regolamento di conti di un sistema imputridito da una gestione rivelatasi mafiosa. Crediamo che l’unica rinascita di Roma possa arrivare proprio da atti di autogestione dal basso come quello appena compiuto dagli abitanti dei Centri di San Cipirello e Morena.

Popica Onlus

Tagged with:     , , ,

Un libro che ci racconta

Un libro che ci racconta

5x1000

×